chi sono

CHI SONO

Mi chiamo Silvia Bartocci,

sono psicologa-psicoterapeuta ed esercito a Roma dal 2005.

Il mio approccio con la psicologia avviene abbastanza presto, nella scuola superiore frequentando l’Istituto Magistrale. Da li inizia la passione, in un primo momento avevo pensato e valutato di fare la ricercatrice.

Primo passo che feci fu iscrivermi all’Università scelta facile tra l’Università Salesiana e La Sapienza, ovviamente la prima, senza aver mai avuto mai un ripensamento sia per il curriculum che per l’Università. Mi laureo nel 2004 con una tesi sulla meditazione orientale come supporto alla psicoterapia, tesi di tipo compilativo.

Secondo passo…

Silvia, un portento. Una forza. La mia forza in due anni difficili.

Con la sua calma, generosità e professionalità sono tornata ad essere me stessa, una donna.. ed ora madre.

Un percorso arrivato a termine di cui posso ritenermi ancora adesso soddisfatta e mai pentita.

Sono quella che sono con mia figlia anche grazie a lei.

un abbraccio infinito

L.34 anni

La mia prima ed unica esperienza di psicoterapia è iniziata casualmente con Silvia. Non ho un termine di paragone con un altro psicoterapeuta ma ho sempre pensato di essere stata fortunata ad avere incontrato proprio lei. È equilibrio di competenza empatia e professionalità. "Picchia forte in testa". È come i prof a scuola, quelli più pretenziosi e rigidi. Temi le loro lezioni ma in realtà sono i più bravi, sono quelli che ti insegnano di più e che ricordi con affetto.

T.V.33 anni

Un grazie di cuore alla dr.ssa Silvia Bartocci che per la sua professionalità, sensibilità, passione e competenza è stata un faro in un momento di buoio della mia vita

M.49 anni

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.